C’è un nuovo trend nel design: recuperare forme ed ispirazioni da campi attigui al suo mondo per potersi reinventare totalmente. Nel 2013, l’arredamento dell’ufficio si è tinto di colori flou dettati dalla moda, ha seguito il trend tecnologico del wireless riducendo gli spazi e ora prende ispirazione dal mondo delle auto, più precisamente dai modelli di lusso. È notizia di questi giorni che la casa di auto di lusso Porsche abbia deciso di riutilizzare le parti di una delle sue auto più leggendarie come mobili da ufficio, proponendo in particolare la famosa seduta sportiva riadattata a sedia ergonomica. Con schienale imbottito, con appositi braccioli e un sostegno a cinque raggi come da norma salutistica, la sedia proposta da Porsche è rifinita in pelle ed è un pezzo originale del modello iconico 911. Allo stesso modo l’alettone viene riciclato come libreria e ogni altro pezzo smontato va a comporre una collezione vera e propria. Unico handicap di questa collezione? Forse é un po’ troppo pretenziosa per essere inserita in contesti direzionali, forse un po’ troppo preziosa per contesti operativi e decisamente non può essere utilizzata come poltrona per la sala d’aspetto. Il punto per cui é capire come abbinarla al resto dell’interior design studiato sulle funzionalità di chi vive l’ufficio senza farla risultare stonata o troppo fuori luogo. Nel complesso, però, sembra essere una decisa svolta nel mondo del design dell’arredamento dell’ufficio che attinge non solo dall’ergonomia o dai colori della moda ma ora anche dall’aerodinamicità del design automobilistico.