Vivere in ufficio comporta il fatto di saper condividere, molto spesso, degli spazi fisici insieme ad altre persone. Può sembrare una banalità ma non si tratta di una “pratica” molto semplice. Per prima cosa, ovviamente, è sempre consigliabile partire da una semplice e fondamentale regola: avere e mantenere il più profondo rispetto degli altri. Arredare l’ufficio cercando di soddisfare le esigenze di tutti, ad esempio, è una pratica consigliabile per rendere l’ambiente il più funzionale e produttivo possibile. Anche l’amore per il pianeta lo si dimostra nei comportamenti di tutti i giorni, anche quando si lavora. Infojob, la borsa online del lavoro, ha elaborato un decalogo ad hoc maturato grazie alla propria esperienza e finalizzato a rendere l’ufficio più eco-sostenibile, a basso impatto ambientale ma anche economico. Anna Maria Mazzini, Marketing Manager di InfoJobs.it ha dichiarato: “Soprattutto in questo momento è più che mai importante puntare alla qualità e la filosofia green sottolinea questo aspetto a livello umano e di innovazione. L’esperienza ormai quadriennale del canale Green di InfoJobs.it ci permette di delineare un trend di crescita del settore, con in testa Lombardia (29,66%), l’Emilia Romagna (15,17%), il Veneto (14,76%) per le offerte di lavoro”. Ma cosa fare, esattamente, per rispettare l’ambiente quando si vive in ufficio? Innanzitutto, prestare attenzione alle temperature degli uffici, che non devono essere troppo elevate o troppo basse. Una classica situazione si verifica quando vengono “manipolati” dagli stessi dipendenti gli impianti di condizionamento o riscaldamento. Inoltre, digitalizzare i propri archivi e contare poi su un’organizzazione paperless significa evitare lo spreco di carta e ridurre notevolmente la mole di ingombro in ufficio. Infine, si consiglia di usare la stampante solamente quando è strettamente necessario e controllare sul pc l’anteprima prima di avviare la stampa.